Arabba

Poche località montane possono vantare punti di forza paragonabili a quelli di Arabba: la posizione incantevole, vero e proprio ponte tra le dolomiti venete e quelle trentine, la maestosa presenza del gruppo del Sella ad ovest e della Marmolada a sud, i boschi ricchi di meraviglie nascoste che, scendendo dai fianchi dei rilievi, digradano dolcemente in prati rigogliosi, e ancora un ampio ventaglio di opportunità sportive e atletiche in generale, una cucina tradizionale ben rappresentata dai menù dei locali del paese e un attaccamento solido alle proprie radici ladine che non pone distanze al visitatore, ma, anzi, lo affascina e stimola dal punto di vista della storia e della cultura del luogo.

In inverno Arabba, in ladino Rèba, è a buon diritto una delle mete turistiche più apprezzate dell’intero arco alpino. È collegata al fantastico comprensorio sciistico Dolomiti Superski, il maggiore d’Italia e uno dei più importanti a livello mondiale, con 1.200 km di piste collocate nei territori delle province di Belluno, Trento e Bolzano. In particolare, il paese offre immediato accesso a quello che probabilmente è il più celebre degli skitour del comprensorio, ovvero il Sellaronda, detto anche “Giro dei quattro passi”, un percorso di circa quaranta chilometri articolato nella zona dei valici dolomitici Sella, Pordoi, Campolongo e Gardena. Altra stupenda occasione di divertimento sano e gratificante è data dal comprensorio della Marmolada, chiamata la Regina delle Dolomiti, che, con i suoi 3.343m, risulta il massiccio più alto dell’intero gruppo montuoso. Parallelamente allo sci, inoltre, l’inverno di Arabba consente ulteriori attività, quali ad esempio quella di fenomenali passeggiate sulla neve con le ciaspe, le tipiche racchette da fissare ai piedi che permettono di procedere più agevolmente sulle bianche distese che ammantano boschi e vallate.

D’estate, poi, l’incanto non finisce, anzi. Dino Buzzati, uno dei massimi scrittori italiani del Novecento, si domandava riguardo alle Dolomiti: “Sono pietre o sono nuvole? Sono vere oppure è un sogno?”, un dubbio che effettivamente si solleva anche oggi nel cuore e nella mente di chi posa su di esse lo sguardo. Durante la bella stagione è possibile avvicinarsi all’essenza di quelle straordinarie montagne più che in ogni altro periodo, attraverso escursioni che tocchino baite, malghe, rifugi e bivacchi d’alta quota, quiete passeggiate nel verde e giri in bicicletta su strade sterrate o asfaltate. Oltre a ciò, per approfondire ulteriormente il contatto con la vivida natura che rende il circondario di Arabba un’autentica poesia, ci si può dedicare alle attività regolamentate di pesca e di raccolta funghi, recandosi presso il comune di Livinallongo del Col di Lana e avviando le rapide pratiche. A coronare poi un’offerta tanto ampia da risultare quasi unica nel suo genere, il paese di Rèba può rivelarsi un pied-à-terre ideale per gli appassionati di motocicletta che vogliano godersi i maestosi panorami intorno al Sella e alla Marmolada dall'agile prospettiva della loro due ruote.

Potrebbe interessarti

In estate Arabba è un paradiso di possibilità

La natura che ci circonda mescola colori, profumi e segreti, un toccasana anche per chi cerca il riposo e sceglie di rilassarsi nella contemplazione di panorami e grandi spazi verdi
Scopri

Newsletter

iscriviti e ricevi in anteprima le offerte
HOTEL ALPEN ROSE ***S ARABBA | Fam. Delmonego - Via Precumon 24 | 32020 Arabba (BL) | Dolomiti - Italia
Tel: +39 0436 750076 - Fax: +39 0436 750769 - Email info@www.alpenrosearabba.it - C.F. e P.IVA: 00738460252
Prenota ora Richiedi preventivo